About

“Ciao! Chi sei?”
Ciao! Sono Debora Pugnali e l’Umbria è la mia terra. Da queste pagine puoi aspettarti il mio personale racconto sull’autenticità di questa regione, puoi riscoprirla insieme a me o puoi viverla seguendo il percorso sensoriale tracciato dei miei post.

“Sì, ma perché raccontare l’Umbria?”
Semplicemente perché ne sono innamorata. Nata e cresciuta qui, ho sempre avuto una relazione amichevole con la mia terra, sognando mete che poi ho scoperto dietro l’angolo. Così, prima piano piano, poi all’improvviso è scoccata la scintilla. E ora il mio obiettivo è cercare la bellezza che l’Umbria offre con generosità.

“Sì, ma perché?
Beh, perché Plinio il Vecchio racconta uno scorcio d’Umbria ricordando la sua gente come la più antica d’Italia e di come, poeticamente, i Greci le avessero dato il nome di “Òmbrici” perché sopravvissuti ad un’imponente inondazione.
E poi perché sembra che gli Umbri giunsero in Italia partendo da un luogo lontano compreso fra il Mar Nero e il Caucaso addirittura in un periodo antecedente il I millennio a.C.
Inoltre sembra che gli Umbri conobbero gli influssi culturali degli Etruschi, dei Romani, dei Goti e dei Longobardi, pur mantenendo la propria identità, tanto che iscrizioni simili alle preziose Tavole Eugubine in lingua osco-umbra si possono trovare fino alla punta dello stivale, persino a Pompei e in Sicilia.
Ancora non ti ho convinto? Posso aggiungere che fra queste pagine di storia puoi trovare un patrimonio artistico inestimabile, in cui mestieri e saperi sono sopravvissuti e si sono evoluti insieme ai sapori della buona tavola e del buon vino. Ceramica, maiolica, tessitura, ricamo, lavorazioni in ferro battuto e del legno, restauro, lavorazione del vetro, litografia e arte orafa rappresentano alcune delle molteplici vie che altrettante espressioni d’arte hanno naturalmente intrapreso, costruendo nel tempo il patrimonio artistico e tradizionale dell’Umbria.

“Ed eVoluptas che c’entra in tutto questo?”
Hai ragione. Ho dimenticato di spiegare perché questo spazio si chiama eVoluptas. Per me tutta la storia che ti ho raccontato, cercando di sintetizzare, è fonte di piacere: adoro il cibo della mia terra, le tradizioni a esso legate che partono dalla natura e arrivano sul web, mi piace camminare per un sentiero immerso nella natura e di colpo trovarmi davanti un borgo medioevale. Da qui eVoluptas: la tradizione della voluttà che si (r)innova, incontrando il web.

Ora, per capire di cosa sto parlando, non ti resta che dare uno sguardo al blog. Il mio scopo? Riuscire a trasmetterti la sensazione della “mia” Umbria!

Umbria

Un’immagine vale più di mille parole… Questo è lo spettacolo che posso vedere ogni giorno d’autunno fra le colline della mia Umbria. Il Sagrantino è solo una delle tante tradizioni che scaldano questa terra… Ma saprai di più leggendo i miei post…